Russia

Un’affascinante viaggio dedicato alla scoperta di S. Pietroburgo e Mosca
con visite imperdibili ai principali musei russi, quali l’Hermitage e il Cremlino e con tour panoramici
per cogliere il fascino delle due città in continua evoluzione ed artistica competizione

Informazioni
La Federazione Russa, chiamata comunemente anche Russia, è uno stato che si estende tra l’Europa e l’Asia. Confina con Norvegia, Finlandia, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Bielorussia, Ucraina, Georgia, Azerbaigian, Kazakistan, Cina, Mongolia e Corea del Nord; insieme alla Cina è lo Stato al mondo con il maggior numero di confini. Inoltre possiede dei confini marittimi con il Giappone e gli Stati Uniti (attraverso lo stretto di Bering). È bagnata a nord ovest dal mar Baltico, a nord dal Mare Glaciale Artico, a est dall’oceano Pacifico e a sud dal mar Nero e dal mar Caspio. Come principale successore dell’Unione Sovietica, la Russia è ancora uno stato con una forte influenza politica, specialmente all’interno della CSI, che comprende tutti gli stati dell’ex Unione Sovietica tranne le tre repubbliche baltiche, Lettonia, Estonia e Lituania, liberatesi dall’occupazione sovietica nel 1991 e la Georgia.

Le sconfinate dimensioni della Russia le permettono di contenere al suo interno una varietà incredibile di climi e paesaggi naturali. Il suo territorio, infatti, si estende dalle coste del Mar Glaciale Artico agli Urali (confine tra la parte europea e quella asiatica del Paese), passando per le immense pianure interne fino alle coste affacciate sul Pacifico. La Russia – sempre più aperta verso occidente e nel contempo saldamente ancorata alle proprie tradizioni e radici – ha un fascino tutto suo, che si declina in una moltitudine di espressioni differenti: dagli onirici villaggi rurali sperduti nelle campagne, alla sontuosa bellezza delle città come Mosca e San Pietroburgo, con il loro ricco patrimonio artistico e culturale. Non c’è una Russia sola, infatti, ma tante Russia diverse pronte a conquistare ogni tipo di visitatore. Gli appassionati di cultura potranno dilettarsi seguendo le orme ideali dei grandi artisti e scrittori che qui hanno eccelso nel loro estro, gli amanti della natura e dell’avventura troveranno invece occasione per cimentarsi con lo sci, scalare le irte montagne del Caucaso o il vulcano attivo in Kamchatka e fare trekking o rafting nella Repubblica dell’Altaj.

5 cose da non perdere in Russia

#1 San Pietroburgo
San Pietroburgo, una tra le città più belle e popolose d’Europa, venne fondata nel 1703 dallo zar Pietro il Grande e fino alla caduta del regime sovietico, avvenuta nel 1991, era conosciuta come Leningrado. Il centro storico della città è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio storico dell’umanità. La storia non è sempre stata clemente con questa città: Hitler volle raderla al suolo perché la considerava culla del bolscevismo e la fece ripetutamente bombardare provocando morte e distruzioni. Al termine del secondo conflitto mondiale, San Pietroburgo venne ricostruita e riprese a splendere in tutta la sua bellezza: oggi è una città elegante, cosmopolita, eclettica e vivace, importante centro finanziario, commerciale e industriale. L’attrazione in assoluto più famosa della città è l’Hermitage, uno dei musei più famosi del mondo, le cui origini risalgono alla seconda metà del XVIII secolo (quando, per volontà di Caterina II, venne eretto un edificio a due piani affacciata sul Lungo Neva, chiamato Piccolo Hermitage). Da vedere anche il piazzale delle Colonne Rostrate, la Piazza dei Decabristi, la prospettiva Nevskij, il Campo di Marte, la Piazza del Palazzo e il Palazzo d’Inverno, la cupola dorata della cattedrale di S. Isacco (visibile da tutti i punti della città) e la fortezza dei Santi Pietro e Paolo (dove venne rinchiuso anche lo scrittore Fëdor Dostoevskij).

#2 Mosca
La capitale, dove vive circa un decimo dei cittadini russi, è la città più popolosa del Paese (conta circa 18 milioni di abitanti in tutta l’area metropolitana) e la prima città d’Europa sia per popolazione che per estensione (si sviluppa su un’area di oltre due milioni e mezzo di chilometri quadrati). Classificata come città alfa globale, rappresenta una delle maggiori economie urbane del mondo e, secondo il MasterCard Global Destination Cities Index 2017, è anche una delle destinazioni turistiche in più rapida crescita su scala globale. Sorge sulle sponde del fiume Moscova, dove venne fondata nel 1147 da Jurij Dolgorukij. Divenne capitale del Granducato di Mosca, del regno degli zar di Moscovia, dell’Impero russo (fino al 1713 e poi dal 1728 al 1732) e dell’Unione Sovietica. La città è apprezzata dai turisti di tutto il mondo per gli stili architettonici dei suoi edifici storici e dei suoi monumenti, tra cui spiccano le splendide cupole colorate della Cattedrale di San Basilio, il Mausoleo di Lenin, la Cattedrale di Cristo Salvatore, i fastosi magazzini GUM, la Torre di Ostankino (la più alta d’Europa) e la Torre della Federazione (grattacielo più alto d’Europa). Tra i simboli più famosi della città spiccano senza dubbio il Cremlino (cittadella medievale fortificata, nucleo più antico della città, dove ha sede la residenza ufficiale del Presidente) e la Piazza Rossa, dichiarati Patrimonio dell’umanità UNESCO. Indimenticabile anche Piazza Teatral’naja, una delle più armoniose della Capitale, al cui centro si erge il celebre teatro Bolshoj. Da non perdere anche la famosa metropolitana, inaugurata nel 1935, che rappresenta un vero e proprio museo sotterraneo ricco di fregi, archi di trionfo e colonnati. Da non dimenticare, nelle giornate più miti, i magnifici parchi cittadini, come quelli di Gor’kij, di Kolomenskoe o di Caricyno: Mosca, con oltre il 40% del territorio ricoperto da piante, risulta infatti essere una delle capitali più verdi del mondo.

#3 Residenza imperiale estiva di Pushkin
La residenza imperiale estiva a Pushkin, che appartenne a Caterina II, dista circa 30 chilometri da San Pietroburgo. Qui è possibile ammirare le bellezze del parco ricco di chioschi, grotte, padiglioni, caratterizzato dallo stile tipico di fine Settecento. Il palazzo – capolavoro di architettura opera del grande architetto italiano Bartolomeo Rastrelli – presenta una lunga facciata realizzata in stile barocco russo con accenni rococò, si presenta di color turchese, con eleganti colonne bianche, stucchi, capitelli e fregi dorati. Una fastosa eleganza che prosegue negli interni, dove si possono ammirare le opulenti sale imperiali, tra cui la magnifica Sala d’Ambra (di recente restaurazione).

#4 Vladimir
La città di Vladimir è la più antica del Paese: venne fondata nel 1108 dal leggendario principe Vladimir Monomakh il quale, per proteggere l’area da sud-est, costruì una possente fortezza che divenne la base per il nuovo principato (rafforzato in seguito dal figlio di Vladimir Monomakh, il principe Yuri Dolgoruky). Via via, Vladimir si trasformò in un centro sempre più fiorente e, dal 1169 al 1238, divenne capitale della Russia. Caduta sotto i mongoli, continuò a essere considerata capitale dello stato russo fino al XIV secolo, periodo in cui cedette il ruolo a Mosca. Oggi la città è molto apprezzata dai turisti di tutto il mondo grazie al suo bagaglio di edifici antichi, religiosi e civili: per la presenza sul territorio dei Monumenti bianchi di Vladimir e Suzdal’ è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

#5 Rostov
Conosciuta anche con l’appellativo di sinfonia di pietra, Rostov è una delle più antiche città della Russia, fondata dalla tribù ugro-finnica dei Merya. Il suo centro conserva intatta l’atmosfera medievale grazie ai suoi numerosi monumenti, castelli, chiese e monasteri. Da vedere la Cattedrale Zachatyevsky – in stile neoclassico, impreziosita da affreschi del XVII secolo -, la Chiesa di San Isidoro Benedetto, il Monastero di Abramo, (uno dei più antichi del Paese), la Cattedrale dell’Epifania (eretta nel 1553 per volontà di Ivan il Terribile) e la Chiesa di San Giovanni Teologo. L’attrazione più importante della città resta però lo splendido Cremlino, secondo solo a quello di Mosca, la cui fortificazione comprende ben undici torri e si divide in tre aree: la Piazza della Cattedrale, dove affaccia appunto la Cattedrale dell’Assunzione (con il campanile più famoso di Russia, che presenta ben quindici campane, ognuna con il proprio nome), la Corte del Vescovo e il Giardino del Metropolita.

Nome completo: Federazione Russa

Capitale: Mosca

Superficie: 17.075.200 kmq

Lingua: russo

Religione: russo-ortodossa, islamica, ebraica

Forma di governo: Repubblica federativa presidenziale

Clima: Data l’ampiezza del Paese, le temperature variano notevolmente da una località all’altra: in generale, il clima è tipicamente continentale con inverni freddi, estati calde e brevi stagioni intermedie. La zona centrale con Mosca è più vivibile in estate, mentre presenta inverni rigidi e nevosi che vanno da metà novembre ad aprile. Sulle coste del Mar Nero l’inverno è invece di tipo mediterraneo, soprattutto in prossimità del Caucaso. L’estate è piuttosto calda e si può fare il bagno da giugno a fine settembre. La regione del Mar Caspio gode per tutto l’anno di un clima piuttosto mite.

Fuso Orario: In Russia ci sono 11 fusi orari diversi: per Mosca e San Pietroburgo bisogna spostare le lancette in avanti di due ore, anche quando in Italia vige l’ora legale.

Ore di Volo: 4 Ore c.a.

Scopri il Tour TUTTO IN UNA VODKA S.PIETROBURGO e MOSCA
Tour  4 notti
a partire da € 980

Per maggiori dettagli info@lissoneviaggi.it
2020-04-04T16:02:26+00:00